Programma Elettorale

Il progetto di Avezzano Bene Comune vuole farsi portatore, in termini realmente concreti, di una visione di governo della città fondata sui seguenti concetti chiave:

A) COMUNITA’

B) INNOVAZIONE

C) ECO-SOSTENIBILITA’

Per comunità intendiamo un agire collettivo con cui mettere in atto un programma che tenga conto delle istanze di tutti coloro che abbiano a cuore il futuro di Avezzano.

Per innovazione intendiamo un agire che possa condurre a nuove forme di opportunità in campo socio-economico-culturale.

Per eco-sostenibilità intendiamo un agire improntato alla salvaguardia e alla tutela dell’ambiente nonchè alla creazione di spazi di aggregazione e di partecipazione in cui i cittadini abbiano la possibilità di godere di servizi di qualità.

I punti qualificanti del nostro programma sono i seguenti:

  1. RIQUALIFICAZIONE E SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO
  2. AMBIENTE E AGRICOLTURA
  3. LAVORO
  4. SANITA’
  5. SICUREZZA
  6. CULTURA, GIOVANI E SPORT
  7. FENOMENI MIGRATORI

RIQUALIFICAZIONE E SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO

Riqualificazione e salvaguardia del territorio sono due temi cardine della nostra proposta: temi da affrontare in modo radicale e innovativo, con l’intento di porre fine alla sistematica cementificazione messa in atto da troppo tempo ormai, senza una proposta alternativa che ponga in primo piano l’interesse collettivo. Consapevoli della portata enorme del problema, chiediamo il contributo delle forze sane della città e riteniamo necessario porre l’accento su tre questioni fondamentali:

  1. Contrastare il consumo indiscriminato di suolo
  2. Riutilizzare gli spazi esistenti e le numerose strutture pubbliche lasciate in degrado da tempo
  3. Incoraggiare un’edilizia popolare capace di far fronte alle esigenze tipiche della società contemporanea (ragazze madri, padri single, divorziati/e e separati/e con prole, disoccupati/e) e di coniugare inclusione , qualità abitativa e contrasto alle forme di marginalizzazione tipiche delle politiche abitative degli ultimi anni.
AMBIENTE E AGRICOLTURA

Avezzano Bene Comune propone una visione della città e del territorio eco-sostenibile, tenendo, tuttavia, ben presenti le radici culturali della nostra comunità e coltivando l’ambizione di coniugare modernità e vivibilità. I punti qualificanti del nostro programma sono i seguenti:

  1. Un incremento del comparto agro-alimentare del Fucino
  2. Una distribuzione più equa e razionale delle risorse idriche destinate all’agricoltura
  3. Una gestione, da parte degli enti preposti, più funzionale al risparmio delle risorse economiche e in forte contrasto con le attuali modalità di gestione della erogazione dell’acqua nel territorio urbano: l’acqua, in quanto bene pubblico, non deve essere soggetta a nessuna forma di speculazione.
  4. Una sensibile riqualificazione del centro urbano e delle frazioni con interventi di urbanizzazione, rivolti, in modo particolare, al collegamento delle frazioni mediante la realizzazione di marciapiedi ex-novo, ove mancanti alla sistemazione degli esistenti, di nuove piste ciclabili e alla realizzazione di bagni pubblici con docce
  5. Un incremento delle forme di riciclo mediante la creazione di nuove isole ecologiche e la installazione di ulteriori contenitori per la raccolta differenziata
  6. Un rinnovamento generale del parco circolante dei mezzi pubblici attualmente in uso, favorendone, in chiave futura un robusto potenziamento
  7. Una necessaria sensibilizzazione della collettività alle problematiche del mondo animale, con un’attenzione particolare ai fenomeni di maltrattamento
  8. Un forte rilancio delle aree destinate alla creazione di orti urbani utili al bene comune
LAVORO

Avezzano Bene Comune mira a un nuovo sviluppo del tessuto economico-produttivo del territorio attraverso politiche del lavoro orientate a un rilancio dell’occupazione, dell’industria, dell’artigianato e del commercio. Il nostro progetto si pone, tuttavia, dal punto di vista delle politiche industriali, in una condizione di forte contrasto alle logiche tipiche di un mercato del lavoro fortemente precarizzante: il termine flessibilità è, infatti, troppo spesso sinonimo di sfruttamento. La nostra visione chiede, alle aziende del territorio, chiarezza sui futuri programmi industriali.

Dal punto di vista delle attività commerciali e dell’artigianato, Avezzano Bene Comune si fa portatore di un progetto orientato a una collaborazione sinergica tra le forze produttive del territorio, mettendo in campo una linea di azione coerente al fine di sollecitare misure che possano risultare attrattive per la crescita della città, con relativo abbassamento del carico fiscale, e di forte sostegno alle imprese del commercio, dell’artigianato, del turismo e del mondo dei servizi in generale, tanto nel centro quanto nelle periferie

SANITA’

Avezzano Bene Comune si impegna fortemente a difesa della sanità pubblica, troppo spesso vittima di spoliazioni a vantaggio della sanità privata, con ricadute inevitabili per coloro che vivono una condizione di subalternità e di indigenza materiale. In questa chiave non si può non porre l’attenzione sulle gravose condizioni in cui versa il presidio ospedaliero SS. Filippo e Nicola, struttura fondamentale per la sanità del territorio, che andrebbe, dunque, demolita e ricostruita con l’ambizione di migliorare la qualità dei servizi offerti e di rispettare dal punto di vista architettonico le norme antisismiche vigenti

SICUREZZA

Avezzano Bene Comune, riguardo alla questione sicurezza, propone una visione di città che si fonda sui punti seguenti:

  1. Un utilizzo più razionale delle forze dell’ordine nel contrasto alla micro e macro criminalità
  2. Un aumento delle aree videosorvegliate, con particolare attenzione alle zone più disagiate
  3. Difesa del Tribunale di Avezzano come struttura necessaria alla città e al territorio, oltrechè, naturalmente, come presidio di legalità
CULTURA, GIOVANI E SPORT

Avezzano Bene Comune mira a promuovere le condizioni necessarie perchè i giovani possano esprimere al meglio le loro potenzialità. Avezzano Bene Comune propone per la collettività un potenziamento delle attività culturali in tutte le declinazioni. Nello specifico il nostro progetto contempla i punti seguenti:

  1. Utilizzare al meglio le potenzialità di luoghi quali Palazzo Torlonia, Castello Orsini e Teatro dei Marsi
  2. Potenziare le attività della Biblioteca comunale, con la promozione di seminari, cineforum, corsi teatrali con annesse attività ludiche per giovani e anziani
  3. Completare la ristrutturazione dell’Aia dei Musei
  4. Incentivare la richiesta di finanziamenti al fine di utilizzare il territorio come luogo per la realizzazione di eventi cinematografici, con positive ricadute di carattere economico sulla collettività
  5. Costruire nuovi spazi di fruizione culturale nelle periferie e nelle frazioni
  6. Valorizzare lo sport come momento di aggregazione sociale, implementare le strutture sportive e migliorare le condizioni di quelle esistenti
FENOMENI MIGRATORI

Quanto alle politiche da adottare riguardo ai fenomeni migratori, Avezzano Bene Comune si pone nella condizione di rifiuto tanto delle istanze di una destra cittadina populista, qualunquista, demagogica e strumentalmente manipolatoria, quanto di un centro-sinistra in alcuni casi fintamente solidale con la condizione di subalternità e di disagio di coloro che emigrano dai paesi di origine per venire nella Marsica.

Avezzano Bene Comune rifiuta dunque le ossessioni identitarie e xenofobe così come una finta accoglienza fondata su un perbenismo che spesso nasconde logiche speculative.

Avezzano Bene Comune propone un programma volto a perseguire forme di integrazione che abbiano come scopo primario quello di vedere riconosciuti i diritti socio-politici-economici e a promuovere tutti gli strumenti utili al rispetto e al riconoscimento della dignità di ogni cittadino straniero. Tutto ciò in modo particolare attraverso la regolarizzazione dei contratti di lavoro contro tutte le forme di sfruttamento, contro tutte le forme di caporalato, contro la speculazione su alloggi dati in abitazione a migranti troppo spesso in condizioni di degrado.